foto: card. John Henry Newman

foto: card. John Henry Newman

 

Questo è un mondo di conflitto, e di vicissitudine in mezzo al conflitto. La Chiesa è sempre militante; a volte guadagna, a volte perde; e più spesso guadagna e perde contemporaneamente in diverse parti del suo territorio. Che cos’è la storia ecclesiastica se non una testimonianza della sempre dubbia fortuna della battaglia, anche se la sua questione non è dubbia? A malapena cantiamo Te Deum, quando dobbiamo rivolgerci ai nostri Miserere: a malapena siamo in pace, quando siamo in persecuzione, a malapena abbiamo ottenuto un trionfo, quando siamo stati visitati da uno scandalo. O meglio, facciamo progressi per mezzo delle inversioni; i nostri dolori sono le nostre consolazioni; perdiamo Stefano, per guadagnare Paolo, e Mattia sostituisce il traditore Giuda. E’ così in ogni epoca…

 

           card. John Henry Newman

 

 

Fonte: The Catholic Thing

Facebook Comments