Di seguito segnalo all’attenzione e alla riflessione dei lettori di questo blog l’articolo scritto da Daniel Payne e pubblicato su National Catholic Agency. Visitate il sito e valutate liberamente le varie opzioni offerte e le eventuali richieste. Ecco l’articolo nella traduzione da me curata. 

(qui potete vedere una panoramica delle sue foto, ndr)

 

 

Il parroco della Cattedrale di San Patrizio a New York ha dichiarato che la chiesa ha offerto una Messa di riparazione dopo che questa settimana vi si è tenuto un controverso e irriverente servizio funebre per una nota attivista transgender.

La cattedrale di Manhattan ha ospitato il 15 febbraio il servizio funebre di Cecilia Gentili, un’attivista che ha contribuito a depenalizzare il lavoro sessuale a New York, ha fatto pressione affinché l'”identità di genere” fosse aggiunta come classe protetta alle leggi sui diritti umani dello Stato ed è stata un’importante raccolta di fondi per le cause transgender. Gentili era un uomo che si identificava come donna.

Durante la liturgia, il preside, padre Edward Dougherty, si è riferito a Gentili con pronomi femminili e ha descritto l’uomo con identità trans come “nostra sorella”. Inoltre, durante le preghiere dei fedeli, il lettore ha pregato per la cosiddetta assistenza sanitaria di genere, mentre i partecipanti si riferivano spesso e con approvazione a Gentili come alla “madre delle puttane”.

Sabato, il parroco di St. Patrick, Rev. Enrique Salvo, ha dichiarato in una dichiarazione sul sito web dell’Arcidiocesi di New York che i funzionari della Chiesa condividono “l’indignazione per il comportamento scandaloso tenuto durante un funerale qui alla Cattedrale di St. Patrick all’inizio di questa settimana”.

“La Cattedrale sapeva solo che la famiglia e gli amici stavano richiedendo una Messa funebre per un cattolico, e non immaginava che la nostra accoglienza e la nostra preghiera sarebbero state degradate in un modo così sacrilego e ingannevole”, ha detto Salvo.

Il fatto che uno scandalo del genere sia avvenuto nella “Chiesa parrocchiale d’America” è ancora più grave; il fatto che sia avvenuto all’inizio della Quaresima, la lotta annuale di quaranta giorni contro le forze del peccato e delle tenebre, è un potente promemoria di quanto abbiamo bisogno della preghiera, della riparazione, del pentimento, della grazia e della misericordia a cui ci invita questa stagione santa”, ha scritto il sacerdote.

“Su direttiva dell’arcivescovo cardinale Timothy Dolan, abbiamo offerto un’appropriata Messa di riparazione”, ha detto Salvo.

Diversi media tradizionali hanno inquadrato l’evento come un’occasione di svolta e un segno del cambiamento dell’insegnamento della Chiesa cattolica – o almeno del suo tono – sulla sessualità e sull’antropologia umana.

La rivista Time ha descritto il fatto che un servizio funebre per un attivista trans sia stato tenuto in una cattedrale cattolica come “un’impresa non da poco”, mentre il New York Times ha descritto il servizio come “un pezzo esuberante di teatro politico”.

Secondo quanto riferito, gli organizzatori non hanno rivelato alla cattedrale che Gentili, morto il 6 febbraio all’età di 52 anni, era un uomo biologico che si identificava come donna.

“L’ho tenuto nascosto”, ha dichiarato al New York Times Ceyeye Doroshow, organizzatore della funzione.

Daniel Payne

 


Le opinioni espresse in questo articolo sono dell’autore e non riflettono necessariamente le opinioni del responsabile di questo blog. I contributi pubblicati su questo blog hanno il solo scopo di alimentare un civile e amichevole confronto volto ad approfondire la realtà.


 

Sostieni il Blog di Sabino Paciolla

 





 

 

Facebook Comments