Il portavoce vaticano, Greg Burke, e il suo vice si sono dimessi improvvisamente lunedì. Il papa ha accettato le dimissioni

/, News/Il portavoce vaticano, Greg Burke, e il suo vice si sono dimessi improvvisamente lunedì. Il papa ha accettato le dimissioni

Il portavoce vaticano, Greg Burke, e il suo vice si sono dimessi improvvisamente lunedì. Il papa ha accettato le dimissioni

By |2019-01-01T03:16:59+00:00gennaio 1st, 2019|Categories: Chiesa, News|Tags: , |0 Comments

Le dimissioni apparentemente improvvise del portavoce vaticano Greg Burke e del suo vice hanno colto di sorpresa il mondo del giornalismo mondiale. Nicole Winfield ci ragguaglia sulla questione.

Ecco l’articolo della Associated Press nella mia traduzione.

Papa Francesco sul volo di ritorno dall’Irlanda 26.08.2018 (Greg Burke a destra)

Papa Francesco sul volo di ritorno dall’Irlanda 26.08.2018 (Greg Burke a destra)

 

Il portavoce vaticano, Greg Burke, e il suo vice, si sono dimessi improvvisamente lunedì (ieri, ndr), nel mezzo di una riorganizzazione delle operazioni del settore della comunicazione del Vaticano e un periodo di crisi nel pontificato di Papa Francesco.

Le partenze di Burke e del suo vice, Paloma Garcia Ovejero, hanno segnalato che i problemi associati alla riforma della burocrazia vaticana di Francesco sono arrivati a conclusione e in un momento molto difficile: il Papa sta lottando per affrontare uno scandalo globale di abusi sessuali e di occultamento che minaccia la sua stessa eredità.

Francesco ha comunque accettato le dimissioni, che avranno effetto martedì (1 gennaio, ndr), ha detto il Vaticano in una dichiarazione. Ha nominato un membro di lunga data delle operazioni di comunicazione del Vaticano, Alessandro Gisotti, in sostituzione di Burke.

In questo momento di transizione nelle comunicazioni vaticane, pensiamo che sia meglio che il Santo Padre sia completamente libero di riunire una nuova squadra”, ha twittato Burke. “Nuovo anno, nuove avventure“.

Burke ha sottolineato che lui e Garcia hanno pregato per la decisione “per mesi e nei riguardi della stessa siamo molto in pace”. Entrambi hanno ringraziato il Papa.

Una fase sta per finire. Grazie per questi due anni e mezzo”, ha twittato Garcia.

Il Papa ha recentemente revisionato per la seconda volta le operazioni dei media vaticani, estromettendo il direttore di lunga data del quotidiano vaticano, L’Osservatore Romano, e nominando un nuovo direttore dei contenuti editoriali per tutti i media vaticani, il giornalista italiano Andrea Tornielli.

La dichiarazione di Burke su Twitter, secondo cui le dimissioni immediate sono il frutto di mesi di riflessione, ha suggerito che non sono dipese dalle recenti nomine, ma che sono il frutto di problemi istituzionali più profondi.

Le dimissioni sembrano aver colto di sorpresa la nuova squadra, anche se il lavoro del portavoce vaticano è notoriamente difficile, data la natura feudale del Vaticano, la sua tendenza riflessiva alla segretezza e l’occasionale scetticismo dei giornalisti.

Il responsabile delle comunicazioni vaticane, Paolo Ruffini, ha detto di rispettare la decisione di Burke e Garcia. Ha elogiato la loro professionalità e ha detto di avere piena fiducia in Gisotti, che è stato a lungo giornalista della Radio Vaticana e più recentemente ha lavorato come responsabile dei social media vaticani.

“L’anno che ci aspetta è pieno di appuntamenti importanti che richiederanno il massimo sforzo di comunicazione”, ha detto Ruffini in una dichiarazione.

Il commento potrebbe aver fatto riferimento al vertice ad alta posta in gioco sulla prevenzione degli abusi sessuali del clero che Francesco ha convocato per febbraio, così come ai viaggi all’estero del Papa previsti per il 2019: Panama, Emirati Arabi Uniti, Marocco, Bulgaria e Macedonia nella prima metà dell’anno, ed a quelli di cui si rumoreggia in Madagascar e Giappone nella seconda metà dell’anno.

Francesco sta ancora affrontando le conseguenze dello scandalo degli abusi del clero, in Cile, negli Stati Uniti e altrove. Il prossimo anno vedrà probabilmente l’esito di un’indagine canonica sull’ex cardinale Theodore McCarrick, accusato di abusi sessuali su minori e seminaristi adulti negli Stati Uniti, così come i risultati dell’indagine vaticana sull’ascesa di McCarrick tra gli alti ranghi della Chiesa.

Il giornalista vaticano di lunga data Rocco Palmo ha twittato che la regola standard durante le crisi delle comunicazioni è “non si va via nel bel mezzo della tempesta, ma la si affronta”.

Perdere entrambe le mani della stampa vaticana (entrambe molto fedeli) nel mezzo dello scandalo sembra segnalare che qualcosa sia diventato professionalmente insostenibile”, ha twittato Palmo.

Burke era un corrispondente della Fox TV a Roma quando nel 2012 è stato assunto come consigliere delle comunicazione per la Segreteria di Stato vaticana.  All’epoca, il papato di papa Benedetto XVI aveva subito una serie di errori di comunicazione, e si pensava che Burke potesse fornire una guida.

Nel 2015, Burke è stato nominato vice portavoce di padre Federico Lombardi, un gesuita italiano.

Quando Lombardi si è ritirato nel 2016, Burke è diventato portavoce principale, coadiuvato da Garcia, la prima donna a ricoprire la carica di vice. Garcia era stata il corrispondente vaticano della Cadena Cope, l’emittente spagnola.

I due hanno internazionalizzato le operazioni mediatiche, organizzando briefing non ufficiali con i prelati in visita, fornendo informazioni di base e semplificando le comunicazioni con i giornalisti durante i viaggi all’estero.

 

 

Fonte: The Associated Press

Facebook Comments
Print Friendly, PDF & Email

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

This Is A Custom Widget

This Sliding Bar can be switched on or off in theme options, and can take any widget you throw at it or even fill it with your custom HTML Code. Its perfect for grabbing the attention of your viewers. Choose between 1, 2, 3 or 4 columns, set the background color, widget divider color, activate transparency, a top border or fully disable it on desktop and mobile.

This Is A Custom Widget

This Sliding Bar can be switched on or off in theme options, and can take any widget you throw at it or even fill it with your custom HTML Code. Its perfect for grabbing the attention of your viewers. Choose between 1, 2, 3 or 4 columns, set the background color, widget divider color, activate transparency, a top border or fully disable it on desktop and mobile.