Di seguito segnalo all’attenzione e alla riflessione dei lettori di questo blog l’articolo scritto da Redazione InfoVaticana e pubblicato su InfoVaticana. Visitate il sito e valutate liberamente le varie opzioni offerte e le eventuali richieste. Ecco l’articolo nella traduzione da me curata.

 

Gaudete Gauchos! Papa Francesco pone la berretta al suo collega argentino, il neoeletto cardinale Víctor Manuel Fernández, prefetto del Dicastero per la Dottrina della Fede, in Piazza San Pietro in Vaticano, sabato 30 settembre 2023.
Gaudete Gauchos! Papa Francesco pone la berretta al suo collega argentino, il neoeletto cardinale Víctor Manuel Fernández, prefetto del Dicastero per la Dottrina della Fede, in Piazza San Pietro in Vaticano, sabato 30 settembre 2023.

 

Tucho Fernández ha concesso una nuova intervista ad Agencia EFE in cui affronta le polemiche che lo hanno circondato nelle ultime settimane, come la Fiducia supplicans o il suo libro erotico sulla Passione mistica, ritirato da lui stesso poco dopo la sua pubblicazione.

Alla domanda se fosse necessario pubblicare questo documento (Fiducia supplicans), spiega che “la cosa più importante è che nelle mie conversazioni con il Papa mi è apparsa chiara una cosa, che lui voleva rifiutare la benedizione delle coppie irregolari con riti o forme liturgiche, ma allo stesso tempo voleva evitare che questo implicasse iniziare a porre molte condizioni per dare una semplice benedizione di passaggio, per strada, in un pellegrinaggio, perché ha a cuore il valore della pastorale popolare, che accoglie tutti”.

Secondo Víctor Manuel Fernández, in fondo l’interesse di Francesco era “salvaguardare la libertà e la spontaneità di quest’altro tipo di benedizione che è l’unico gesto sacerdotale che abbiamo per dare a tutti: se non possiamo dare loro l’assoluzione, se non possiamo dare loro l’Eucaristia, se non possiamo benedirli con un rito liturgico, possiamo dare loro una semplice benedizione pastorale: almeno dire “che il Signore ti benedica e ti protegga” e fare un segno di croce sulla fronte di ciascuno”.

Il Prefetto della Dottrina della Fede riconosce apertamente di essersi aspettato le critiche al documento, anche se “non sapevo quanto sarebbero state intense”. Il cardinale argentino sottolinea che “Quello che non mi aspettavo è che molti vescovi e sacerdoti che consideravo ‘conservatori’ esprimessero pubblicamente la loro comprensione e valutazione positiva”. Forse non si aspettava nemmeno che un intero continente come l’Africa gli si opponesse frontalmente.

Tucho Fernandez non ha voluto valutare le parole forti del cardinale Sarah contro Fiducia supplicans e si è limitato a dire che “oggi c’è un’enorme libertà di dire qualsiasi cosa, anche all’interno della Chiesa”, anche se il vescovo Strickland non è stato così fortunato. Inoltre, sostiene che la Fiducia supplicans non ha diviso la Chiesa, l’unica cosa che ha fatto, secondo lui, è rendere trasparente la divisione che già esisteva.

Riguardo al controverso libro occulto venuto alla luce questa settimana sugli orgasmi, il cardinale Fernandez commenta che anche lui aveva previsto che ciò sarebbe potuto accadere e “sapevo che in mezzo a questioni controverse avrebbero potuto usare cose vecchie come questo libro, stavano solo aspettando l’occasione giusta”.

“Quando mi ha proposto questa posizione per la seconda volta, avevo detto al Papa che questo sarebbe potuto accadere, ma lui ne era già a conoscenza e sapeva anche di questo libro. Si dà il caso che in un’occasione, molti anni fa, ero già stato accusato a causa di questo libro e non sono stato sanzionato a Roma per questo. Mi hanno già investigato fino ai capelli”, aggiunge il cardinale, riconoscendo che il Papa sapeva dell’esistenza del libro.

Víctor Manuel Fernández ha colto l’occasione per giustificarsi e dire che “qualcosa di simile è stato fatto da due persone più grandi e più sagge di me: San Giovanni Paolo II e la santa badessa e dottore della Chiesa Ildegarda di Bingen”.

Infine, il cardinale Fernández ha rivelato che il suo dicastero sta preparando un “documento molto importante sulla dignità umana che include non solo questioni sociali, ma anche una forte critica a questioni morali come il cambiamento di sesso, la maternità surrogata, le ideologie di genere, ecc”.

Redazione InfoVaticana

 


Le opinioni espresse in questo articolo sono dell’autore e non riflettono necessariamente quelle del responsabile di questo blog. I contributi pubblicati su questo blog, ritenuti degni di rilievo, hanno il solo ed unico scopo di far riflettere, di alimentare il dibattito e di approfondire la realtà. Qualora gli autori degli articoli che vengono qui rilanciati non avessero piacere della pubblicazione, non hanno che da segnalarmelo. Gli articoli verranno immediatamente cancellati.


 

Sostieni il Blog di Sabino Paciolla

 






 

 

Facebook Comments