Quando mai abbiamo visto un atleta collassare sul campo senza che sia dovuto ad uno scontro con un altro giocatore o un oggetto. Una volta? Ora siamo arrivati a 769 casi in un anno? Questi sono quelli di cui siamo a conoscenza.

Nessun governo, nessuna amministrazione, nessun media mainstream che si preoccupi.

Sicuramente non è normale che tanti atleti, soprattutto giovani, soffrano di arresti cardiaci o muoiano mentre praticano il loro sport, ma sta succedendo. Molti di questi problemi cardiaci e morti arrivano poco dopo aver ricevuto un vaccino COVID. Mentre è possibile che casi come questi possano accadere a persone che non hanno ricevuto il vaccino COVID, i numeri puri suggeriscono chiaramente  che l’unica causa possibile sia proprio quella.

I cosiddetti professionisti della salute che gestiscono i programmi del vaccino COVID in tutto il mondo continuano a ripetere che “il vaccino COVID è un vaccino normale ed è sicuro ed efficace”. Qui trovate una lista non esaustiva di atleti che nel 2021 hanno sofferto per la maggior parte problemi di cuore o che sono morti. Nel video qui le notizie sui giornali dei 769 atleti infortunati o deceduti. 

da

 

 

Un ultimo caso eclatante ha riguardato il mondo del tennis con gli Open che si stanno disputanto a Miami, in Florida USA.

Naturalmente, la parola “vaccino” non è mai stata menzionata in nessuno dei resoconti dei media mainstream dopo il livello senza precedenti di giocatori che si sono fermati o si sono ritirati durante il Miami Open. A tal proposito vi propongo un articolo di JD Rucker ripreso dal suo Substack. Eccolo nella mia traduzione. 

 

Paula Badosa
Paula Badosa, tennista

 

I fan del tennis sono sconvolti e il mondo dello sport è sconvolto dopo che un numero senza precedenti di giocatori si è fermato o ritirato dal Miami Open questa settimana. Un totale di 15 giocatori non sono stati in grado di finire, compresi i favoriti per la vittoria maschile e femminile.

Secondo Free West Media:

Il mondo del tennis ha reagito con shock dopo che i favoriti Paula Badosa e Jannik Sinner hanno dovuto ritirarsi durante i quarti di finale del Miami Open. La Badosa, presto numero tre del mondo, si è sentita male durante il suo match contro Jessica Pegula e ha lasciato il campo in lacrime.

La Badosa, che è stata confortata dalla sua avversaria americana, ha deciso di fermarsi dopo aver consultato il suo fisioterapista. Pegula ha raggiunto le semifinali del torneo di tennis di Miami per la prima volta nella sua carriera dopo la rinuncia di Badosa, ha riferito Yahoo Sports.

Nel torneo maschile, il fenomeno italiano Jannik Sinner è stato costretto a ritirarsi. Si è arreso dopo 22 minuti di gioco contro Francisco Cerundolo, il numero 103 del ranking mondiale. “Quando ho servito sul 3-1 e 30-0, l’ho visto piegarsi. È stato molto strano”, ha detto Cerundolo durante un’intervista. “Spero che stia bene, è un grande giocatore”.

Il 23enne argentino ha sorprendentemente raggiunto le semifinali con la sua prima partecipazione al torneo master di Miami.

È stata la seconda partita di fila che è finita prematuramente per gli appassionati di tennis. I fan hanno reagito con shock alla bizzarra giornata di tennis. “Cosa sta succedendo?”, ha chiesto qualcuno.

Nessuno sta indicando l’ovvio. Tutti i giocatori devono essere “completamente vaccinati” per poter competere. Proprio come abbiamo notato per diversi mesi, la maggior parte dei principali sport sono stati colpiti da patologie “inspiegabili” che compaiono in atleti giovani e altrimenti sani, compreso il nostro servizio sul fatto che tre ciclisti sono caduti nel solo mese di marzo.

Gente, questo è il vaccino. Non c’è altra ipotesi possibile, soprattutto se consideriamo come anche il CDC e altre agenzie hanno riconosciuto che i “vaccini” Covid causano aumenti di problemi cardiaci per i giovani, tra cui miocardite, pericardite e attacchi di cuore.

Non c’è mai stato tanta mistificazione e propaganda orientata a coprire la verità come con queste iniezioni. I leader di tutto il paese e di tutto il mondo hanno così tanto incartato i vaccini, che ci si deve chiedere chi sta tirando i fili. In parte è personale; ogni politico che esce con la verità sui vaccini sarà spinto fuori dall’ufficio più velocemente dell’uscita di Will Smith dal club di élite di Hollywood. Lo stesso vale per i giornalisti. I media aziendali sono altrettanto investiti e forse anche più complici nel diffondere le bugie.

Ma potrebbe essere peggio di così. Come molte cose a cui abbiamo assistito negli ultimi tre anni, sembra esserci uno sforzo coordinato per sopprimere la verità. Il teatro del panico pandemico è ancora in azione nonostante la strana spinta di febbraio da parte dei democratici per eliminare la maggior parte delle mascherine e degli obblighi di vaccinazione. Si parla già di 5° e 6° vaccino, anche se il 4° vaccino viene lanciato negli Stati Uniti.

Fa tutto parte dell’agenda del Grande Reset? Si tratta di controllo? Spopolamento? La risposta a tutte e tre le domande è molto probabilmente “Sì”.

Queste iniezioni sono pericolose. Gli atleti di tutto il mondo stanno cadendo. La gente media sta sperimentando orribili reazioni avverse. Decine, forse centinaia di migliaia di persone stanno morendo a causa loro. Potrebbero anche essere milioni; i dati sono così oscurati. Per tutto il tempo, i politici e i media corporativi fanno finta di niente, come se non ci fosse nulla da vedere.

Ecco il momento in cui Paula Badosa, in lacrime, si ritira:

 

 

 

 

Facebook Comments