Ieri la storia del piccolo James Younger, bambino di 7 anni al centro di una battaglia legale tra la madre che lo considera un “transgender” e il padre convinto che questa sia una forzatura materna, ha visto l’inizio di un nuovo capitolo. Ce ne rende conto questo articolo di LifeSiteNews.

 

James Younger

James Younger

 

Il bambino di sette anni James Younger, la cui madre lo aveva iscritto all’asilo come “bambina”, è stato finalmente in grado di frequentare la scuola come maschietto per la prima volta.

La lotta tra i genitori di James sull’opportunità di sottoporlo ad una “transizione” di genere ha attirato l’attenzione nazionale dopo che LifeSiteNews e The Texan hanno riferito sul processo in corso.

Il signor Jeffrey Younger stava lottando per impedire alla sua ex moglie, la dott.ssa Anne Georgulas, di “trasformare” James in “Luna”. La battaglia per la custodia di James e del suo gemello, Jude, ha suscitato proteste pubbliche. Il governatore del Texas Greg Abbott ha chiesto un’indagine sulla situazione, così come altri leader conservatori.

Il 24 ottobre, il giudice Kim Cooks ha conferito alla dott.ssa Georgulas e al sig. Younger la custodia congiunta di James e Jude. La nuova sentenza ha aumentato il tempo che il signor Younger può passare con i suoi ragazzi e gli ha permesso di avere i suoi ragazzi durante le sere dei giorni di scuola. La dott.ssa Georgulas non potrà sottoporre James alla “transizione” medica senza il consenso del signor Younger, e una persona nominata dal tribunale potrà prendere decisioni se i genitori non riuscissero a raggiungere un accordo.

Nella sentenza, una delle osservazioni del tribunale ha messo in evidenza una dichiarazione del dott. Albritton, il valutatore della custodia, secondo cui la dott.ssa Georgulas stava andando “oltre l’affermatività” (ovvero il rinforzo psicologico della nuova  “identità di genere” del figlio, n.d.t.). Il tribunale ha anche riscontrato che “la Madre ha superato l’ambito di applicazione dei diritti esclusivi e delle funzioni previsti nell’ordine precedente.”

Secondo un post di Facebook dalla pagina “Save James” – che ora è gestito da amici della famiglia, dato che Mr. Younger ha un “ordine di bavaglio” – James ha scelto di indossare abiti da maschio per andare a scuola nei giorni in cui è stato con suo padre. Il signor Younger ha sostenuto in tribunale che James non vuole essere una bambina, citando la scelta di James di indossare abiti da maschio e di usare il suo nome ufficiale, James, quando è con Mr. Younger. Il signor Younger ha anche testimoniato di un episodio in cui James nel cuore della notte ha gettato via gli abiti da femmina che aveva nella casa del signor Younger.

Prima della sentenza del giudice, James era sempre stato con sua madre, che lo chiamava “Luna”, quando frequentava la scuola.

Più avanti, James sarà autorizzato a scegliere il nome con cui vuole essere chiamato a scuola.

 

traduzione: “Aggiornamenti***

Jeff oggi ha inviato un’e-mail al preside e gli insegnanti di James e Jude hanno riferito che oggi in classe non c’erano stati stress o interruzioni. Semplicemente un altro giorno a scuola.

🙏 Le preghiere sono state ascoltate!.

 

Andare a scuola. Ecco come si presenta JAMES quando può scegliere!  *Affermiamo questo! *

E un’altra foto scattata ieri, poco prima di andare in chiesa. James e Jude orgogliosi di essere uomini!

Salviamo James, salviamo migliaia di bambini!”

Prima dell’ultima sentenza del giudice Cook, la dott.ssa Georgulas aveva la completa autorità sulla cura psicologica e psichiatrica dei ragazzi. Anche la sentenza precedente che concedeva alla dott.ssa  Georgulas una completa cura degli aspetti psichiatrici e psicologici era stata emessa dal giudice Cooks.

Oltre a garantire la custodia, il giudice Cooks ha emesso un “ordine di bavaglio” verso il sig. Younger e la dott.ssa Georgulas vietando loro di parlare del caso fino a quando James e Jude non compiranno 18 anni. Il giudice Cooks ha anche ordinato che SaveJames.com, un sito Web creato da amici del sig. Younger e al momento del processo gestito dal signor Younger, venga chiuso.

I sostenitori di SaveJames, quindi, hanno creato un nuovo sito Web in onore di James per combattere per salvare migliaia di bambini dalla castrazione chimica attraverso i bloccanti della pubertà e gli ormoni sessuali. Questo nuovo sito è stato promosso sul vecchio sito prima che questo venisse chiuso.

Il nuovo sito è ora sjsavethousands.com (“S.J.”, come le iniziali di “Save James” e “Salviamone Migliaia”, n.d.t.).

I sostenitori di Save James vedono la battaglia tutt’altro che finita e stanno concentrando i loro sforzi verso una legislazione che protegga i bambini dalla “transizione” di genere.

Alan Echols, un sostenitore di SaveJames sin dall’inizio e che ora aiuta con la pagina Facebook di SaveJames, ha detto a LifeSiteNews: “Abbiamo deciso di alzare la voce e ora abbiamo migliaia di persone che riterranno responsabili quei senatori e rappresentanti politici durante le prossime elezioni. Noi, il popolo, siamo stufi degli attacchi dell’agenda transgender ai bambini.”

 

__________________________________





 

Facebook Comments
Print Friendly, PDF & Email