E’ il secondo possibile problema di sicurezza (prima l’embolia polmonare e ora l’ischemia cerebrale) per il  nuovo vaccino bivalente della Pfizer. Ne parla nel suo articolo Zachary Stieber, pubblicato su The Epoch Time, e che qui vi propongo nella mia traduzione. 

 

 

I dati indicano che il nuovo [bivalente, ndr] vaccino COVID-19 di Pfizer potrebbe causare un tipo di ictus nelle persone anziane, hanno dichiarato due agenzie sanitarie statunitensi il 13 gennaio.

La soglia per un segnale di sicurezza è stata raggiunta per il richiamo bivalente di Pfizer nel Vaccine Safety Datalink, un sistema di monitoraggio gestito dai Centers for Disease Control and Prevention (CDC) statunitensi.

Il segnale riguardava l’ictus ischemico, un tipo di ictus causato dalla coagulazione del sangue.

Il segnale è stato attivato per le persone di età pari o superiore a 65 anni, hanno dichiarato in un comunicato congiunto il CDC e la Food and Drug Administration (FDA) statunitense.

I segnali di sicurezza vengono attivati quando un evento avverso, come l’ictus, si verifica con una certa frequenza dopo la vaccinazione.

I segnali suggeriscono un collegamento tra un evento avverso e un vaccino, ma devono essere condotti ulteriori studi per verificarlo.

“Tutti i segnali richiedono ulteriori indagini e conferme da parte di studi epidemiologici formali”, hanno dichiarato il CDC e la FDA. “Spesso questi sistemi di sicurezza rilevano segnali che potrebbero essere dovuti a fattori diversi dal vaccino stesso”.

 

Improbabile un ‘vero rischio clinico’

Le agenzie non hanno detto quando è stato rilevato il segnale, se non che è avvenuto dopo la disponibilità del vaccino aggiornato, all’inizio di settembre 2022. Nessuna delle due agenzie ha risposto a una richiesta di commento.

Secondo le autorità statunitensi, altri sistemi di monitoraggio della sicurezza dei vaccini, come i Centers for Medicare and Medicaid Services, non hanno mostrato un segnale di ictus ischemico tra gli anziani o altri gruppi di età.

“Sebbene la totalità dei dati suggerisca attualmente che è molto improbabile che il segnale nel VSD rappresenti un vero rischio clinico, riteniamo importante condividere queste informazioni con il pubblico, come abbiamo fatto in passato, quando uno dei nostri sistemi di monitoraggio della sicurezza rileva un segnale”, hanno dichiarato le agenzie.

“CDC e FDA continueranno a valutare ulteriori dati provenienti da questi e altri sistemi di sicurezza dei vaccini. Questi dati e altre analisi saranno discussi nella riunione del 26 gennaio del Comitato consultivo per i vaccini e i prodotti biologici correlati dell’FDA”.

L’FDA si riunirà con il comitato, che fornisce consulenza sui vaccini, “per valutare se e come la composizione delle dosi primarie dei vaccini COVID-19 attualmente disponibili debba essere modificata e come e se la composizione e il calendario delle dosi di richiamo debbano essere adattati in futuro”, secondo un comunicato precedente.

Il dottor Ramin Farzaneh-Far, cardiologo, ha detto che è difficile credere alla parola del CDC, visto che l’agenzia ha ripetutamente respinto i legami segnalati tra la miocardite e i vaccini COVID-19, prima di riconoscere un legame causale.

Il CDC e la FDA dovrebbero rendere pubblici i dati sull’ictus”, ha scritto su Twitter.

L’ictus ischemico, noto anche come ictus embolico, è causato da un coagulo di sangue che “blocca o ottura un vaso sanguigno nel cervello”, secondo la National Library of Medicine. L’ostruzione impedisce al sangue di affluire al cervello e porta rapidamente alla morte delle cellule cerebrali. Si ritiene che altri vaccini COVID-19 abbiano causato un ictus ischemico.

“Non ci sono prove per concludere che l’ictus ischemico sia associato all’uso dei vaccini COVID-19 delle aziende”, ha dichiarato Pfizer agli organi di stampa in un comunicato. L’azienda produce il vaccino insieme a BioNTech, una società tedesca.

La rappresentante Cathy McMorris Rodgers (R-Wash.), presidente del Comitato per l’energia e il commercio della Camera, ha dichiarato che il CDC e la FDA “devono indagare rapidamente, in modo aperto e trasparente, se il vaccino possa o meno aver contribuito agli ictus segnalati”.

 

Raccomandato senza dati clinici

Il nuovo richiamo di Pfizer, che mira alle sottovarianti BA.4 e BA.5 Omicron oltre al ceppo di Wuhan, è stato autorizzato e raccomandato alla fine del 2022 senza alcun dato clinico. A distanza di mesi, nessun dato clinico è stato reso disponibile da Pfizer, dal CDC o dalla FDA.

Un recente studio dell’FDA ha identificato un aumento del rischio di embolia polmonare dopo il vaccino originale di Pfizer negli anziani. Anche questa patologia, una mancanza di ossigeno al cuore, è causata dalla coagulazione del sangue.

Il CDC, nel frattempo, ha segnalato centinaia di segnali di sicurezza per entrambi i vaccini Pfizer e Moderna, secondo i risultati del monitoraggio ottenuti da The Epoch Times. Il monitoraggio è stato effettuato sulle segnalazioni al Vaccine Adverse Event Reporting System, che le autorità descrivono come “il sistema di allarme rapido della nazione” per i vaccini e che è gestito congiuntamente dal CDC e dalla FDA.

Gli esperti hanno affermato che esiste un’alta probabilità che i vaccini abbiano causato alcuni degli eventi avversi, tra cui la cirrosi epatica.

L’ictus ischemico non è stato uno dei segnali identificati.

Alla fine del 2022 sono state segnalate al sistema di segnalazione duecentosettantaquattro segnalazioni di ictus ischemico dopo una vaccinazione Pfizer.

Il CDC e l’FDA hanno promosso in modo aggressivo la vaccinazione COVID-19 durante la pandemia, e il segnale di ictus non ha cambiato questa posizione.

“Il CDC continua a raccomandare a tutti i soggetti di età pari o superiore ai 6 mesi di rimanere aggiornati con la vaccinazione COVID-19; questo include i soggetti che sono attualmente idonei a ricevere un vaccino aggiornato (bivalente)”, ha dichiarato l’agenzia.

Il Vaccine Safety Datalink è un gruppo gestito dal CDC di 11 siti, tra cui diverse sedi di Kaiser Permanente, che forniscono dati sanitari elettronici come la data di vaccinazione e i dettagli del ricovero.

Il segnale di ictus non è stato rilevato per il vaccino Moderna aggiornato, secondo il CDC e la FDA.

È stato confermato che i vaccini Pfizer e Moderna causano molteplici effetti collaterali, tra cui la miocardite, una forma di infiammazione cardiaca.

 

Richieste di ritiro

La rivelazione arriva dopo che un numero crescente di esperti ha chiesto di ritirare le iniezioni di RNA messaggero prodotte da Pfizer e Moderna.

Il dottor Joseph Fraiman, con sede in Louisiana, è stato uno degli ultimi a chiedere una pausa nella somministrazione fino a quando non saranno condotti nuovi studi clinici che dimostrino che i vaccini sono sicuri ed efficaci.

Fraiman ha citato alcuni dati, tra cui una rianalisi degli studi originali che lui e altri hanno condotto. Essi hanno concluso che i vaccinati erano a maggior rischio di eventi avversi gravi.

Anche il fatto che la variante Omicron e le sue sottovarianti siano meno virulente, con conseguente diminuzione dei ricoveri e dei decessi, e l’efficacia decrescente dei vaccini contribuiscono all’opposizione a vaccinare tutta o parte della popolazione fino a quando non saranno disponibili dati migliori.

Zachary Stieber

 

Zachary Stieber è un reporter senior di The Epoch Times con sede nel Maryland. Si occupa di notizie dagli Stati Uniti e dal mondo.

 


Le opinioni espresse in questo articolo sono dell’autore e non riflettono necessariamente le opinioni del responsabile di questo blog. Sono ben accolti la discussione qualificata e il dibattito amichevole.


 

Sostieni il Blog di Sabino Paciolla

 





 

 

Facebook Comments
Print Friendly, PDF & Email