Interessante e amaro articolo di Ron Paul che ci deve far riflettere. L’articolo è stato pubblicato su The Ron Paul Institute, di cui Ron Paul è il fondatore. 

Ecco l’articolo nella mia traduzione. 

 

Donald Trump e Deborah Birx
Donald Trump e Deborah Birx

 

Dopo due anni di tirannia governativa senza precedenti in nome della lotta contro un virus, i principali istigatori di questa infamia sono liberi, scrivono libri e fanno apertamente finta di non aver mai detto le cose che hanno chiaramente detto più e più volte.

Prendiamo ad esempio Deborah Birx, coordinatrice della risposta Covid della Casa Bianca di Trump. Come sottolinea Jeffrey Tucker del Brownstone Institute in un recente articolo, è stata la principale artefice della disastrosa politica di “lockdown” che ha distrutto più vite dello stesso Covid. Birx sapeva che bloccare un Paese in risposta a un virus era una mossa radicale che non sarebbe mai stata approvata. Così, come ammette nel suo nuovo libro, ha mentito.

Ha venduto alla Casa Bianca l’idea, fuori dal mondo, di “quindici giorni per rallentare la diffusione”, pur sapendo che non c’era alcuna prova che avrebbe fatto una cosa del genere. Come ha scritto nel suo nuovo libro, Silent Invasion, “non avevo ancora i numeri davanti a me per giustificare una proroga più lunga, ma avevo due settimane per ottenerli”.

Stava giocando per guadagnare tempo senza alcuna prova. Come si è visto, stava anche distruggendo la vita di milioni di americani. L’isteria da lei creata ha portato alla distruzione di innumerevoli aziende, a innumerevoli suicidi, a gravi depressioni, a dipendenze da droghe e alcol. Ha portato a innumerevoli morti dovute a ritardi nelle cure per altre malattie. Potrebbe rivelarsi l’errore più letale della storia della medicina.

Come ha rivelato nel suo libro, in realtà voleva isolare ogni singola persona negli Stati Uniti! Scrivendo di quante persone sarebbero state autorizzate a riunirsi, ha detto: “Se avessi spinto per lo zero (che era in realtà ciò che volevo e che era richiesto), questo sarebbe stato interpretato come un ‘lockdown’ – la percezione che tutti noi stavamo lavorando così duramente per evitare”.

Voleva impedire che anche solo due persone si incontrassero. Com’è possibile che una persona come questa sia arrivata ad avere tanto potere sulle nostre vite? Un virus e noi siamo diventati improvvisamente la Cina comunista?

La settimana scorsa, in un’intervista a Fox News, ha nuovamente rivelato la portata del suo tradimento. Dopo aver chiesto senza sosta per mesi che tutti gli americani facessero l’iniezione di Covid, ha rivelato che i “vaccini” non erano affatto vaccini!

“Sapevo che questi vaccini non avrebbero protetto dalle infezioni”, ha dichiarato alla Fox. “E credo che abbiamo esagerato con i vaccini. E questo ha fatto sì che la gente si preoccupasse del fatto che non avrebbero protetto da malattie gravi e dal ricovero in ospedale”.

E quando lo ha saputo? Lo sapeva quando alla fine del 2020 ha detto alla ABC che “questo è uno dei vaccini più efficaci che abbiamo nel nostro arsenale di malattie infettive. Ed è per questo che sono molto entusiasta del vaccino”?

Se ha sempre saputo che i “vaccini” non erano vaccini, perché non ce l’ha detto? Perché, come ammette nel suo libro, crede che sia giusto mentire alle persone per convincerle a fare ciò che lei vuole.

Ammette di aver usato “sotterfugi” contro il suo capo – il presidente Donald Trump – per attuare le politiche Covid che lui osteggiava. Non dovrebbe quindi sorprendere che abbia mentito al popolo americano sull’efficacia delle iniezioni di Covid.

La grande domanda che ci si pone ora, dopo quello che sembra essere uno tsunami di lesioni legate ai vaccini, è: qualcuno sarà costretto a pagare per le bugie e i sotterfugi? Qualcuno sarà chiamato a rispondere delle vite perse per l’arroganza dei Birx e dei Faucis del mondo?

 

Ronald Ernest “Ron” Paul è un esponente della corrente libertaria e non-interventista del Partito Repubblicano, è membro della Camera dei Rappresentanti, avendo conseguito il suo mandato congressuale presso il XIV collegio distrettuale del Texas, e presiede la commissione Affari Monetari della Camera. Eletto per la prima volta al Congresso degli Stati Uniti nel 1976.

 


 

Sostieni il Blog di Sabino Paciolla

 





 

 

Facebook Comments
Print Friendly, PDF & Email