San Pio da Pietrelcina

San Pio da Pietrelcina

 

di Giuliano Di Renzo

 

A tutti si rivolgono auguri di buon compleanno di San Pio. Tutti, noi e/o le nostra famiglie, dobbiamo qualcosa al padre santo che si definitiva “un frate che prega”.

Il che vuol dire che era la personificazione della preghiera. Ossia era sempre immerso nella preghiera di contemplazione, adorazione e lode, emulo in terra dei Serafini in cielo.

Quale pure la liturgia cattolica è.

Per cui Santa Messa e Santa Comunione non sono come il pedaggio da pagare per la nostra buona salute.

Allo stesso modo che San Pio, e le persone sante a lui unite e che noi per grazia di Dio abbiamo incontrato nella vita, ci hanno mostrato che Comunione e adorazione non sono staccate dalla Santa Messa, Sacrificio da cui scaturiscono e ci salva.

La Santa Messa, cioè la Ss.ma Eucarestia, non è un rito, essa è fondamento e centro del culto della Chiesa cattolica, intorno ad essa e da essa noi battezzati riuniti in assemblea diveniamo in Cristo Chiesa.

“La Chiesa fa l’Eucarestia, l’Eucarestia fa la Chiesa”, si insegnava e si insegna nelle nostre università pontificie!

Seppure a Comunione, visita e adorazione eucaristica noi ci accostiamo in tempi e luoghi diversi esse sono sempre unite al Sacrificio di Gesù qual è appunto la Santa Messa, Gesù Agnello perennemente immolato, morto e vivo insieme, che sempre intercede per noi.

Andiamo dunque alla Fonte della Grazia e rinnoviamo nell’amore il nostro battesimo, la nostra immersione nell’acqua vivificatrice che scaturisce dal suo Cuore di Gesù squarciato dalla violenza dolorosa e incontenibile dell’amore che soffre e si offre.

Se vogliamo onorare San Pio imitiamolo così, “non facciamogli fare brutta figura”, come egli diceva, davanti a Dio.

“C’amma fa? L’amma benedicere stu lazzarone?”, disse San Pio alla Serva di Dio Luigina Sinapi, che gli presentava, perché le benedicesse, delle immagini che lo raffiguravano.

Ricordo questo così, come un “fioretto” di San Pio e della “cara Luigina”, che molto l’amò e venne da lui ricambiata con santa considerazione, affetto e stima.

 

Facebook Comments
image_pdfimage_print
1