Storia occidentale ma che sembra essere accaduta sulla Luna o in qualche regime fondamentalista ideologico-“religioso”. Purtroppo no, è solo triste realtà. E’ quella che è capitata al Ministro degli esteri finlandese Timo Soini per aver partecipato alla veglia per la Marcia per la vita.

 

Foto: Timo Soini Image: Markku Ojala / EPA

Foto: Timo Soini Image: Markku Ojala / EPA

Il ministro degli esteri cattolico finlandese è sopravvissuto a un voto di fiducia in parlamento dopo che i partiti di opposizione hanno cercato di costringerlo a rinunciare alle sue idee a favore della vita.

Timo Soini ha ricevuto 101 voti a suo favore contro i 60 che lo invitavano ad andarsene. Il Partito popolare svedese, i socialdemocratici, l’Alleanza di sinistra e la Lega Verde hanno proposto la mozione di sfiducia contro il ministro, in carica dal 2015.

Soini ha espresso opinioni pro-vita in diverse occasioni negli ultimi mesi. Durante un viaggio ufficiale in Canada all’inizio di maggio, si è unito a una veglia per la Marcia per la Vita di Ottawa, scrivendo sul suo blog: “A Ottawa, una notte ho assistito ad una veglia serale del movimento Pro-Life. Era un evento all’aperto, non in chiesa. L’evento ha preceduto un’importante Marcia per la vita a Ottawa il giorno dopo”.

Il partito di Soini, Blue Reform, aveva minacciato di ritirare il suo sostegno al governo se avesse perso il voto. La perdita dei 18 deputati del partito sarebbe stata sufficiente a privare il governo della sua maggioranza di otto posti a sedere, causando così probabilmente la sua caduta.

 

Fonte: Catholic Herald

 

Facebook Comments