Di seguito segnalo all’attenzione e alla riflessione dei lettori di questo blog l’articolo pubblicato su The Perimeter. Visitate il sito e valutate liberamente le varie opzioni offerte e le eventuali richieste. Ecco l’articolo nella mia traduzione.

 

Facebook ha annunciato che non permetterà più la pubblicazione di contenuti cristiani sulla piattaforma e ha iniziato ad aggiungere un’etichetta di avvertimento “fake news” ai post su Gesù Cristo.

Secondo il giornalista di Blaze Billy Hallowell, quando è andato a testare le nuove regole si è visto recapitare da Facebook un avviso di “discorso d’odio”.

Hallowell, cristiano, ha cercato di esercitare la sua libertà religiosa pubblicando il seguente messaggio sulla sua pagina Facebook: “Gesù è morto perché tu potessi vivere”.

Tuttavia, nonostante il suo post riflettesse uno dei principi fondamentali del cristianesimo, è stato cancellato da Facebook ed è stato accusato di diffondere “discorsi d’odio”.

 

 

Quando Hallowell ha tentato di appellarsi a Facebook, quest’ultimo ha risposto confermando che il cristianesimo e Gesù ora vanno contro le linee guida della comunità.

 

 

 


Le opinioni espresse in questo articolo sono dell’autore e non riflettono necessariamente le opinioni del responsabile di questo blog. Sono ben accolti la discussione qualificata e il dibattito amichevole.


 

Sostieni il Blog di Sabino Paciolla

 






 

 

Facebook Comments