Esperti medici e scientifici di fama mondiale hanno spiegato ai genitori, in un forum online, perché dovrebbero resistere alle pressioni di un liceo gesuita affinché i loro figli ricevano il vaccino COVID-19. 

Un articolo di Emily Mangiaracina, pubblicato su LIfesitenews, nella mia traduzione ripreso nella quasi totalità.

 

vaccini-covid-bambini

 

Esperti medici e scientifici di fama mondiale hanno spiegato ai genitori, in un forum online, perché dovrebbero resistere alle pressioni di un liceo gesuita affinché i loro figli ricevano il vaccino COVID-19.  

Come presidente e amministratore delegato della Truth for Health Foundation, la dottoressa Lee Vliet ha moderato la presentazione di lunedì e le domande e risposte per i genitori, riunendo i membri chiave del suo gruppo, tra cui il dottor Peter McCullough, il suo consulente medico capo; il dottor Paul Alexander, il direttore di Evidence-Based Medicine and Research Methodology; il dott. Alan Moy, consulente per le biotecnologie e i vaccini; il dott. Richard Blumrick, consulente per la medicina materno-fetale; il consulente pediatrico dott. Michelle Cretella, direttore esecutivo dell’American College of Pediatricians (ACPeds), e la dott.ssa Deirdre Byrne, consulente per la chirurgia e la medicina familiare.   

La discussione, che includeva approfondimenti sulla controversia alla Brophy Prep School, includeva anche il dottor Robert Malone e il dottor Mark McDonald, che è specializzato in psichiatria infantile e degli adulti.  

Il gruppo di esperti ha fatto un’analisi penetrante della logica delle iniezioni di COVID-19 per i bambini, basata sul loro rapporto rischio-beneficio per la giovane età. La loro valutazione unanime è stata che il danno potenziale che il vaccino COVID-19 potrebbe infliggere ai bambini supera di gran lunga qualsiasi beneficio che potrebbe fornire; il gruppo ha convenuto che questo beneficio è virtualmente inesistente.  

Un gruppo considerevole di genitori i cui ragazzi frequentano la Brophy Prep School dei gesuiti dell’Arizona ha protestato contro la richiesta della scuola che i ragazzi ricevano il vaccino sperimentale COVID-19, o si sottopongano a due test (tamponi, ndr) settimanali per il virus e si astengano dal fare viaggi notturni. La nuova politica è stata annunciata solo dopo che la retta era stata prelevata dai conti dei genitori per il nuovo anno scolastico.  

(…)

 

I bambini hanno più probabilità di morire di influenza, di lesioni che di COVID-19 

 

Alcuni dei membri del panel di martedì hanno stabilito che il rischio di morte dei bambini per COVID-19 è così estremamente basso da essere insignificante ed è superato dal rischio di morte per influenza e persino lesioni accidentali. 

Il Dr. Alexander ha sottolineato che uno studio svedese ha scoperto che anche senza la chiusura delle scuole durante il 2020, tra i quasi due milioni di bambini svedesi, non ne è morto neanche uno con COVID-19. 15 o meno di quei bambini con COVID-19 sono stati ricoverati in una terapia intensiva. Ha anche notato che un altro studio “ha trovato che dei bambini che sono morti con Covid… tutti tranne uno avevano una condizione di base molto grave”. 

Al contrario, come ha sottolineato il dottor Cretella, “da 400 a 600 bambini perdono la vita a causa dell’influenza stagionale”. 

“Anche durante l’ondata Delta, il Covid è lieve nella stragrande maggioranza dei bambini. L’influenza stagionale ha ucciso molti più bambini”, ha detto Cretella, che ha detto di aver ottenuto le sue cifre dal CDC. 

Infatti, come ha notato il dottor McCullough, ci sono stati “molti più bambini morti per ferite accidentali o anche per strangolamento che per COVID-19” nel 2020. 

Sia Alexander che il Dr. Moy hanno dichiarato che i bambini non sono suscettibili alla malattia da COVID-19 come lo sono gli adulti, in parte perché hanno un numero significativamente inferiore di recettori ACE-2 nei loro passaggi nasali. Questi recettori sono impegnati dal virus per avviare un’infezione, ha spiegato Moy. Ha anche fatto notare che il tessuto linfoide bronco-associato (BALT) visto solo nei bambini è ciò che permette loro di “avere forti risposte immunitarie alle infezioni respiratorie”. 

“Insieme, ciò che questi due attributi biologici forniscono è ciò che si chiama immunità della mucosa respiratoria”, ha detto Moy. 

 

Le iniezioni di COVID-19 portano il rischio di danni 

 

Non solo il virus Wuhan non riesce a minacciare la salute dei bambini, secondo il panel, ma il vaccino COVID-19 pone seri rischi alla loro salute. 

McCullough ha detto che la miocardite, o infiammazione del cuore, è un effetto relativamente comune e “allarmante” del vaccino COVID-19 nei bambini. 

“Siamo a 5.093 casi di miocardite al 20 agosto negli Stati Uniti. Non abbiamo ancora aumentato la vaccinazione dei bambini. Questa è la punta dell’iceberg. In nessun modo un genitore deve pensare che la miocardite sia rara, perché non lo è. Stiamo parlando di migliaia di bambini che hanno già sviluppato la miocardite”, ha detto McCullough.  

Il professore canadese Dr. Stephen Pelech ha sostenuto: “Contrariamente a ciò che un certo numero di persone ha detto, non esiste una cosa [definita] come ‘lieve miocardite'”.  

Il solo database VAERS (Vaccine Adverse Event Reporting System) del CDC, che cattura solo circa l’uno per cento dei decessi e delle lesioni totali, ha dichiarato Alexander, ha riportato una quantità significativa di morti e danni inflitti dal vaccino COVID-19.

“13.000 morti, circa 600.000 rapporti di danni eventi avversi, ndr)”, ha detto. 

McCullough ha notato che in uno studio randomizzato di 2.200 bambini, molti dei quali hanno ricevuto il vaccino Pfizer, non solo non c’è stato “nessun beneficio clinico fondamentale”, ma “[circa] il 60-80% di loro si è ammalato” dopo il vaccino, con reazioni che includono dolori muscolari, febbre, nausea, vomito e dolori articolari. Un terzo di loro ha dovuto rimanere fuori dalla scuola. 

“È un vaccino tossico, e i bambini si sono ammalati, ed è stato mostrato nel New England Journal of Medicine dopo questo”, ha detto McCullough.  

Alexander ha dichiarato che non abbiamo dati di sicurezza a lungo termine sul vaccino COVID-19, e Cretella ha detto che coloro che ricevono il vaccino “dovrebbero essere seguiti per eventi avversi a lungo termine per un minimo di 15 anni”. 

La mancanza di comprensione circa l’iniezione e come funziona, come “quali cellule precisamente vengono trasfettate con questa informazione genetica, quanta proteina viene fatta, dove va quella proteina, e quanto tempo dura” è dovuto alla creazione affrettata della tecnologia mRNA, Malone ha spiegato. 

“Questi sono prodotti veramente sperimentali, rimangono sperimentali. Quello che vedete fare è il più grande esperimento mai eseguito su esseri umani”, ha detto. 

Alexander ha sbattuto i vaccini come violazione di “tutti i dieci principi” del Codice di Norimberga, sostenendo che i medici che spingono per l’iniezione potrebbero essere perseguiti un giorno, a causa di effetti avversi dal vaccino.

“Penso che molti avvocati faranno un sacco di soldi”, ha detto Alexander.  

Dr. Vliet ha notato che le nanoparticelle lipidiche che circondano la tecnologia mRNA nei colpi “sono stati conosciuti come causa di danni infiammatori alle ovaie e testicoli almeno dal 2012”. Poiché i nostri ormoni “influenzano ogni singolo organo e sistema del corpo”, questo danno non solo danneggia la fertilità, ha detto Vliet, ma “colpisce tutti gli aspetti della nostra salute”. 

“Perché come genitori dovreste rischiare il futuro della fertilità dei vostri figli?”. Ha aggiunto suor Byrne. “Sentiamo davvero con forza che c’è qualcosa di molto malvagio in questo momento”.

Avendo esperienza di ricerca in materia, il Dr. Blumrick ha affermato che i lipidi attraversano la placenta, avvertendo che non sappiamo come un feto “affronterebbe le proteine spike” una volta che l’mRNA rivestito di lipidi lo raggiunge. 

Il Dr. McDonald ha stracciato gli obblighi del “vaccino” e della mascherina come, in parte, un tentativo di “distrarre la nostra attenzione dal fatto che c’è un trattamento ambulatoriale efficace, sicuro e disponibile per tutte le forme del virus Wuhan”, perché se la FDA riconoscesse uno di quei trattamenti come efficaci, ha detto, come l’Ivermectina, l’idrossiclorochina, o N-Acetyl Cysteine, significherebbe “togliere l’autorizzazione all’uso di emergenza (EUA) nei suoi programmi.” 

Il primo scopo di questi mandati, ha detto McDonald, è “formare e inculcare il rispetto di regole irrazionali dettate nelle menti e nei cuori dei nostri figli”.  

“Lo vedo nella mia pratica; lo vedo con i bambini in strada. I bambini sono diventati così abituati e così a loro agio nel seguire queste regole e dettami, nascondendo i loro volti, diventando socialmente distanti, e non intendo solo in termini di spazio, voglio dire psicologicamente [al punto] che non interagiscono più, non comunicano, si limitano a brontolare e borbottare, a questo punto sono come cani addestrati”, ha detto. 

McDonald ha poi attribuito un massiccio calo del QI (quoziente d’intelligenza, ndr) nei bambini nati dopo il gennaio 2020 – da un QI medio di 100, a uno di 78 – a una “mancanza di stimoli”, così come il calo delle interazioni sociali, “la capacità di giocare, andare fuori”, e non essere in grado di vedere i volti completi (a causa delle maschere), che “i bambini hanno bisogno di vedere per imparare ogni sorta di cose”. 

“Questo è uno stile di indottrinamento e controllo totalitario, sovietico, da partito comunista cinese”, ha detto McDonald. 

“Non vincerete questa battaglia semplicemente con l’informazione. Perché non state combattendo un nemico informativo. Dovete combatterlo con la forza. Quello che voglio dire è che avete bisogno di organizzarvi, avete bisogno di andare e far sentire le vostre voci in modo potente nelle vostre scuole locali e nei vostri consigli scolastici. E dovete chiedere – non discutere, ma chiedere – che le maschere e i vaccini si fermino”, ha continuato.  

“E se non avrete successo, dovete ritirare i vostri figli dalla scuola e dovete farlo ora. Se tutti gli americani ritirassero i loro figli dalla scuola, questo metterebbe fine a tutto questo. Niente più esenzioni mediche, niente più esenzioni religiose che vi faranno guadagnare due o tre settimane, ma alla fine verranno a prendervi. Dovete ritirare i vostri figli dalla scuola, e dovete farlo come gruppo”.  

Alexander ha convenuto che i genitori dovrebbero considerare di ritirare i loro figli dalle scuole che tentano di rendere obbligatorio il vaccino COVID-19, e ha suggerito che i genitori, insieme ad un esperto legale, redigano un documento con il quale chiedono alla scuola di accettare la responsabilità per qualsiasi danno il vaccino COVID-19 possa infliggere al loro bambino. In casi precedenti, ha detto, le scuole hanno fatto marcia indietro dopo essere state avvicinate in questo modo. 

Vliet ha incoraggiato i genitori: “Dobbiamo affrontare il Golia dei vaccini obbligatori, anche quando ci sentiamo come dei piccoli David con solo una fionda”.

 

 

 

Facebook Comments
Print Friendly, PDF & Email