La Disney è ormai votata completamente alla causa LGBT+. Ve ne renderete conto leggendo questo articolo di Doug Mainwaring, pubblicato su Lifesitenews, che vi presento nella mia traduzione. 

 

Nina West, drag queen (Instagram)
Nina West, drag queen (Instagram)

Disney, l’ex azienda che celebra la meraviglia e l’innocenza dell’infanzia, ospiterà un concerto “Pride” a tema LGBTQ per bambini la prossima settimana. 

Pubblicizzato come “This Is Me Pride Celebration Spectacular” e ospitato dalla Drag Queen Nina West, l’evento sarà trasmesso in streaming da Disney+ su YouTube e Facebook, e “sarà caratterizzato da performance di importanti canzoni Disney reinterpretate attraverso una lente LGBTQ+”, secondo Deadline. 

“Crediamo nel potere della narrazione inclusiva che ci unisce e ci ispira a vivere autenticamente, e Disney+ si impegna ad amplificare le voci LGBTQ+ e BIPOC”, ha dichiarato Disney+ in un post su Instagram.   

“In tutto il mondo, The Walt Disney Company contribuisce con orgoglio alle organizzazioni che sostengono le comunità e le persone LGBTQ+”.

“Stiamo organizzando una festa Disney Plus Pride! Unitevi a noi domenica 27 giugno per il primo Disney Plus ‘This Is Me’ #Pride Celebration Spectacular”, ha annunciato Disney+ in un tweet.

All’inizio di questo mese, la drag queen Nina West ha fatto una controversa apparizione come personaggio dei cartoni animati nel popolare show per bambini di Nickelodeon Blue’s Clues & You!, in cui ha narrato attraverso una canzone una parata animata “dell’orgoglio”. La canzone scorre attraverso varie strutture familiari “non tradizionali” adornate con numerose varianti delle bandiere arcobaleno dell'”orgoglio” LGBTQ+, tutte con un ritornello di “si amano così orgogliosamente” o una frase simile.

Disney si fa in quattro per l’omosessualità e il transgenderismo

Disney sta anche vendendo giocattoli e abbigliamento per bambini inondato di colori dell’arcobaleno così come la messaggistica pro-omosessuale e pro-transgender.

“Il conto alla rovescia per il Mese dell’Orgoglio è iniziato con una serie colorata di prodotti Pride disponibili ora!” ha annunciato la Disney su Twitter a maggio.  “Inoltre, The Walt Disney Company sta dando fondi come parte del nostro impegno costante per le organizzazioni di tutto il mondo che sostengono le comunità LGBTQ+”.

Tra le organizzazioni che promuovono l’omosessualità e la disforia di genere che Disney sta finanziando ci sono GLSEN e It Gets Better Project, che confermano i giovani che si considerano omosessuali o che hanno un’identità di genere diversa dalla realtà biologica.

Facebook Comments
Print Friendly, PDF & Email