Si è chiuso a Torino il 25 novembre “Poli-COVID-22”, primo congresso scientifico in ambito italiano concepito per tracciare un bilancio multi settoriale della pandemia COVID-19 e della sua gestione.

Nel corso di cinque giornate, si sono alternati oltre 40 studiosi, tra cui esperti di fama mondiale, nelle aree di biologia, medicina, diritto, bioetica, sociologia e comunicazione. Il pubblico ha potuto seguire i lavori sia in presenza sia in diretta streaming.

“POLI-COVID-22” rappresenta una grande novità per molteplici aspetti: interdisciplinarietà, elevata qualificazione dei relatori, studi basati su fonti scientifiche e istituzionali documentate, che hanno fornito una visione globale sulla complessità di una crisi dalle molte ricadute.

Proprio in virtù di questo approccio, siamo rammaricati per l’improvviso ritiro della componente in rappresentanza delle istituzioni sanitarie e la conseguente revoca del patrocinio da parte del Politecnico di Torino, a pochi giorni dall’apertura. La vicenda, singolare e atipica, induce a riflettere sull’esigenza prioritaria che la comunità scientifica riaffermi i suoi canoni di disinteresse, indipendenza, trasparenza, disponibilità al confronto critico e alla rivalutazione delle conoscenze acquisite.

Da quanto emerso da numerose relazioni e dati recenti di letteratura scientifica presentati durante l’evento, risulta altresì chiaro che alcuni aspetti relativi alla pandemia covid-19, soprattutto rispetto alla ragionevolezza, alla proporzionalità e all’impatto delle misure messe in atto per contrastarla, sono fortemente controversi. È quindi imperativo e urgente riportare in primo piano i principi bioetici e la tutela dei diritti fondamentali, e su queste basi procedere con verifiche approfondite affinché la comunità scientifica possa offrire una conoscenza consolidata come presupposto dell’azione legislativa e di governo.

Il Comitato Organizzatore ringrazia i componenti del Comitato Scientifico per il loro impegno e la disponibilità ad instaurare un dibattito dialogico, e tutti i relatori che hanno contribuito a porre le basi per il confronto, esponendo con rigore i loro argomenti e le loro tesi; il Comitato ringrazia anche il pubblico presente in sala e collegato via streaming per l’interesse e la partecipazione.

Auspichiamo che “POLI-COVID-22” sia di stimolo a ricercare una disseminazione più critica e trasparente della conoscenza scientifica per evitare un approccio preconcetto, ideologico ed emotivo alla comunicazione e ai dibattiti su temi di grande rilevanza per la società.

Tutti i filmati delle letture e delle comunicazioni presentate durante il congresso e tutti gli aggiornamenti sull’evento continueranno ad essere pubblicati sul sito: https://www.libera-scelta.it/policovid22/

 

Il Comitato Organizzatore

Facebook Comments
Print Friendly, PDF & Email