“La perdita visiva è un crudele promemoria del fatto che le lesioni da vaccino colpiscono in pochi giorni”. Di seguito vi propongo un articolo scritto dal dott. Peter McCullough, luminare della medicina, cardiologo di fama mondiale, pubblicato sul suo substack. Eccolo nella mia traduzione. 

 

apri-gli-occhi giovane ragazza occhi blu

 

Sembra che non vi sia alcun limite ai tessuti e agli organi che possono essere danneggiati dalla vaccinazione COVID-19. Poiché le nanoparticelle lipidiche con il codice genetico della dannosa proteina Spike sono distribuite in tutto il corpo, la sfortuna può giocare un ruolo con una distribuzione sproporzionata in un’area specifica, ad esempio gli occhi. Gli occhi ricevono il loro prezioso apporto di sangue dall’arteria ottica, senza alcuna riserva o ridondanza. Pertanto, se le nanoparticelle lipidiche si depositano lungo l’arteria o nel nervo centrale che porta i segnali visivi al cervello, l’infiammazione che combatte la proteina Spike estranea avvia un processo di danneggiamento dei tessuti che porta alla perdita della vista. In effetti, questo modello di lesione è stato descritto nella letteratura medica ed è stato riassunto dal dottor Elnahry dall’ Egitto e dal dottor Al-Nawaflh del National Institutes of Health e da altri cinque autori.[i]

 

 

È importante notare che la paternità del NIH richiede solitamente l’approvazione e il sostegno. Quindi, questo documento serve a dimostrare che l’NIH è a conoscenza della perdita della vista dopo la vaccinazione ed è consapevole dei dati scientifici emergenti. In nessun punto del modulo di consenso per il vaccino COVID-19 o del documento FAQ si dice che si può perdere la vista dopo l’iniezione. Elnahry e colleghi descrivono 45 pazienti (60 occhi) in cui circa 10 giorni dopo la vaccinazione si è verificata una perdita sostanziale dell’acuità visiva e la conferma di una neuropatia ottica ischemica anteriore o di una neurite ottica. Il documento elenca tutti i casi e il modo in cui sono stati trattati. Fortunatamente, la maggior parte si è risolta rapidamente con i corticosteroidi. È importante notare che queste patologie possono peggiorare e portare alla cecità permanente in assenza di trattamento. Pertanto, questo documento è un buon monito per chi riceve il vaccino a prestare attenzione ai cambiamenti della vista e a sottoporsi tempestivamente a una visita oftalmologica in caso di sintomi. Ci sono molte altre domande a cui rispondere da queste rivelazioni: 1) le iniezioni successive aumentano cumulativamente il rischio di cecità? 2) questa forma di neurite ottica può ripresentarsi molto più tardi ed essere associata alla sclerosi multipla, come accadeva prima della vaccinazione COVID-19?[ii] 3) l’esercito, i datori di lavoro, le scuole e i medici considereranno queste lesioni da vaccino come controindicazioni alle iniezioni successive? 4) qual è la prognosi a lungo termine per tutti i destinatari del vaccino e per la vista, dato che il corpo umano invecchia?

Molti di voi guarderanno “A Christmas Story” quest’anno e ridacchieranno ancora quando il piccolo Ralphie Parker, che desidera un fucile ad aria compressa ufficiale Red Ryder Carbine-Action Two-Hundred-Shot Range Model, sarà inorridito dalla risposta di Babbo Natale: “Ti sparerai agli occhi”. Si scopre che, con la vaccinazione COVID-19, alcune vittime si ritroveranno con gli occhi spappolati da un’infiammazione acuta e si pentiranno di non aver recuperato la vista.

 

Peter Andrew McCullough è uno dei più stimati cardiologi americani,  professore alla Texas Christian University & University of North Texas Health Science Center School of Medicine. In precedenza, è stato vice primario di medicina interna al Baylor University Medical Center di Dallas, Texas e professore alla Texas A&M University. È caporedattore delle riviste Reviews in Cardiovascular Medicine e fondatore e attuale presidente della Cardio Renal Society of America e co-editore capo della rivista della Società, Cardiorenal Medicine. 

 

Riferimenti: 

[i] Elnahry AG, Al-Nawaflh MY, Gamal Eldin AA, Solyman O, Sallam AB, Phillips PH, Elhusseiny AM. COVID-19 Vaccine-Associated Optic Neuropathy: A Systematic Review of 45 Patients. Vaccines (Basel). 2022 Oct 20;10(10):1758. doi: 10.3390/vaccines10101758. PMID: 36298623; PMCID: PMC9609672.

[ii] Petzold A, Fraser CL, Abegg M, Alroughani R, Alshowaeir D, Alvarenga R, Andris C, Asgari N, Barnett Y, Battistella R, Behbehani R, Berger T, Bikbov MM, Biotti D, Biousse V, Boschi A, Brazdil M, Brezhnev A, Calabresi PA, Cordonnier M, Costello F, Cruz FM, Cunha LP, Daoudi S, Deschamps R, de Seze J, Diem R, Etemadifar M, Flores-Rivera J, Fonseca P, Frederiksen J, Frohman E, Frohman T, Tilikete CF, Fujihara K, Gálvez A, Gouider R, Gracia F, Grigoriadis N, Guajardo JM, Habek M, Hawlina M, Martínez-Lapiscina EH, Hooker J, Hor JY, Howlett W, Huang-Link Y, Idrissova Z, Illes Z, Jancic J, Jindahra P, Karussis D, Kerty E, Kim HJ, Lagrèze W, Leocani L, Levin N, Liskova P, Liu Y, Maiga Y, Marignier R, McGuigan C, Meira D, Merle H, Monteiro MLR, Moodley A, Moura F, Muñoz S, Mustafa S, Nakashima I, Noval S, Oehninger C, Ogun O, Omoti A, Pandit L, Paul F, Rebolleda G, Reddel S, Rejdak K, Rejdak R, Rodriguez-Morales AJ, Rougier MB, Sa MJ, Sanchez-Dalmau B, Saylor D, Shatriah I, Siva A, Stiebel-Kalish H, Szatmary G, Ta L, Tenembaum S, Tran H, Trufanov Y, van Pesch V, Wang AG, Wattjes MP, Willoughby E, Zakaria M, Zvornicanin J, Balcer L, Plant GT. Diagnosis and classification of optic neuritis. Lancet Neurol. 2022 Dec;21(12):1120-1134. doi: 10.1016/S1474-4422(22)00200-9. Epub 2022 Sep 27. PMID: 36179757.

[iii]

 

 

 

Facebook Comments
Print Friendly, PDF & Email