Debra Heine scrive l’articolo che vi propongo e che è stato pubblicato su America Greatness. Eccolo nella mia traduzione. 

 

aerei-in-volo

 

Joshua Yoder, un pilota di linea e co-fondatore della U.S. Freedom Flyers ha detto durante un’intervista mercoledì che un cardiologo gli ha detto che se le compagnie aeree conducessero certi screening sanitari, il 30% dei piloti che attualmente volano sarebbero probabilmente non abilitati a causa di condizioni cardiache indotte dal vaccino.

Yoder ha detto al milionario della tecnologia e fondatore della Vaccine Safety Research Foundation Steve Kirsch che il suo gruppo ha ricevuto centinaia di rapporti su piloti che volano sugli aerei mentre soffrono di effetti collaterali avversi dei vaccini COVID.

I problemi di salute più importanti riportati, ha osservato il pilota, includono dolori al petto, miocardite e pericardite. Yoder ha detto che tre piloti vaccinati lo hanno chiamato ieri e hanno detto che stanno “attualmente volando con dolori al petto”, e un altro ha detto che è in cura da un cardiologo. Ha osservato che i piloti vogliono rimanere anonimi perché non vogliono perdere il lavoro.

Yoder ha detto che la U.S. Freedom Flyers vorrebbe trovare una soluzione per questi piloti, e lavorare con i medici, la Federal Aviation Administration (FAA), le compagnie aeree e i sindacati per trovare un protocollo in modo da avere “una sorta di immunità” che permetterebbe ai piloti di parlare apertamente di ciò che sta succedendo loro.

La USFF si è formata lo scorso autunno per aiutare i dipendenti dell’industria dei trasporti ad opporsi alle leggi federali che circondano le vaccinazioni.

“Ho paura che se continuiamo su questa strada, ad un certo punto finirà in catastrofe”, ha detto.

“Se i passeggeri sapessero davvero cosa sta succedendo alle compagnie aeree e alla FAA, sarebbero furiosi, e tutti salterebbero su una class action contro tutti loro”, ha detto.

Yoder ha detto che il dottor Peter McCullough, cardiologo di fama mondiale, gli ha detto che se i piloti venissero regolarmente sottoposti a test, un numero significativo di loro dovrebbe probabilmente essere messo a terra.

“Lui [McCullough] ha detto che se ogni pilota vaccinato dovesse essere esaminato, ci sarebbe circa un 30% di perdita di forza lavoro”, ha detto Yoder a Kirsch.

McCullough, insieme al patologo dell’Idaho Dr. Ryan Cole, Robert Kennedy Jr, il tenente colonnello Teresa Long M.D., il tenente colonnello Peter Chambers D.O. e altri esperti hanno firmato una lettera alla Federal Aviation Administration e alle principali compagnie aeree il 15 dicembre 2021, esortandoli a segnalare tutti i piloti vaccinati, e a somministrare ECG, test D-dimero, test della troponina e risonanza magnetica cardiaca per valutare la loro salute.

I medici hanno avvertito che gli eventi avversi dalla vaccinazione potrebbero portare “un pilota (a perdere) il controllo del suo aereo” e portare a “una devastazione indicibile”.

Come American Greatness ha riportato mercoledì, un pilota di American Airlines ha recentemente subito un arresto cardiaco sei minuti dopo l’atterraggio del suo airbus all’aeroporto di Dallas-Fort Worth.

Il capitano Robert Snow è quasi morto quando il suo cuore si è fermato il 9 aprile, secondo Yoder. “Hanno dovuto dargli la scossa tre volte con il DAE [defibrillatore esterno automatico] per farlo riprendere”, ha detto.

Yoder ha osservato che Snow è stato portato al Baylor, Scott and White Health Center, che è a soli dieci minuti sia da American Airlines, sia dal sindacato (l’Allied Pilots Association), ma nessuno della compagnia aerea o del sindacato ha chiamato Snow mentre era in ospedale, o si è fermato a fargli visita. L’unica cosa che la compagnia aerea ha fatto è stata far volare la sua famiglia all’ospedale per incontrarlo.

Snow ha chiamato gli U.S. Freedom Fliers per chiedere aiuto, e il gruppo ha riunito un team “di classe mondiale” di medici e avvocati per assisterlo. Snow è ora in convalescenza a casa, ha detto Yoder.

Yoder ha riconosciuto che è abbastanza chiaro che l’arresto cardiaco di Snow è stato causato dal vaccino Johnson and Johnson, ma il pilota è stato sottoposto a una serie di test per confermarlo.

Yoder ha detto a Kirsch che l’industria delle compagnie aeree non sembra voler affrontare l’incidente potenzialmente pericoloso.

“American Airlines sta cercando di creare più distanza possibile tra loro e questo incidente”, ha detto. “Lo stesso vale per la FAA e per i sindacati. Non possiamo nemmeno ottenere una risposta”.

Yoder ha detto che Snow parlerà presto, e quando lo farà “sentirete alcuni dettagli molto interessanti che saranno molto dannosi per American Airlines, la Allied Pilots Association, la FAA, e tutti gli altri coinvolti”.

 

 

Yoder ha anche menzionato altri due piloti che si sono coraggiosamente fatti avanti per parlare delle loro lesioni da vaccino.

Il pilota Greg Pierson ha parlato contro i vaccini COVID da quando ha avuto un ictus dopo aver fatto il vaccino sotto costrizione, l’anno scorso. Pierson ha detto durante un’intervista lo scorso dicembre che se avesse avuto l’ictus mentre pilotava un aereo, avrebbe potuto causare un incidente.

 

 

Cody Flint era un pilota di agricoltura fino a quando non è stato vaccinato nel febbraio del 2021. Un paio di giorni dopo il suo vaccino, ha subito un blackout a metà volo, atterrando sano e salvo solo “per grazia di Dio”, dice.

A Flint è stato diagnosticato un disturbo neurologico che gli ha causato forti mal di testa e vertigini.

“Da allora, la sua carriera è crollata, ha avuto molteplici interventi chirurgici e innumerevoli visite mediche. E finora, nessuno responsabile dello sviluppo o del lancio del vaccino è stato disposto a parlare con lui, o con altri come lui”.

 

 

 


 

Sostieni il Blog di Sabino Paciolla

 






 

 

Facebook Comments