foto: card. John Henry Newman

foto: card. John Henry Newman

 

“Dio mi ha creato per rendergli un servizio definitivo.  Egli mi ha affidato un lavoro che non ha affidato ad un altro.  Ho la mia missione. Forse non lo saprò mai in questa vita, ma mi sarà chiaro nella prossima. Sono un anello di una catena, un legame di collegamento tra le persone.  Egli non mi ha creato per nulla. Farò il bene; farò la Sua opera. Sarò un angelo della pace, un predicatore della verità al mio posto, ma non lo farò se non osserverò i suoi comandamenti. Pertanto, mi fiderò di Lui, in qualunque situazione io sia, non potrò mai essere gettato via. Se sono nella malattia, la mia malattia può servirLo, nella perplessità, la mia perplessità può servirlo. Se sono nel dolore, il mio dolore può servirlo.  Non fa nulla invano. Egli sa cosa fa. Può portare via i miei amici. Può gettarmi tra gli estranei. Può farmi sentire desolato, far affondare il mio spirito, nascondermi il mio futuro. Eppure, Egli sa cosa fa”.

Fonte: The Catholic Thing

Facebook Comments
Print Friendly, PDF & Email