Il cardinale Raymond Burke ha detto che mentre lo scisma tra i cattolici in Germania non è stato ancora dichiarato ufficialmente, è comunque “reale” nella pratica.
Ne parla nel suo articolo Pete Baklinski, pubblicato su Lifesitenews, che vi propongo nella mia traduzione.

 

Raymond Leo Cardinale BURKE
Raymond Leo Cardinale BURKE

 

Il cardinale Raymond Burke ha detto che mentre lo scisma tra i cattolici in Germania non è stato ancora dichiarato ufficialmente, è comunque “reale” nella pratica.

“A mio parere, ora c’è uno scisma che è reale, anche se non dichiarato. È uno scisma in pratica, se può essere chiamato così”, ha detto Burke all’argentino P. Javier Olivera Rabasi in un’intervista del 2 maggio che è stata condotta in spagnolo. I commenti di Burke sono stati tradotti da Martin Barillas per un articolo di Church Militant.

“Questo è molto grave, specialmente per i cattolici fedeli che vogliono essere fedeli a Cristo e alla sua Chiesa”, ha continuato Burke, che è considerato uno dei più importanti esperti di diritto canonico del mondo e che è stato in precedenza il prefetto della Segnatura Apostolica, il più alto tribunale della Chiesa.

“Questi vescovi tedeschi non sono stati oggetto di provvedimento disciplinare. La situazione continua, ed è difficile vedere come la situazione possa essere riconciliata. Dobbiamo pregare il Signore per la nostra Chiesa mentre testimoniamo la verità che si trova nella Chiesa”, ha aggiunto.

Il Codice di diritto canonico definisce lo scisma come “il rifiuto della sottomissione al Sommo Pontefice o della comunione con i membri della Chiesa a lui soggetti”.

Burke aggiunge la sua voce a quella di molti altri cardinali e vescovi che sono allarmati nel vedere che il processo del “Cammino sinodale” dei vescovi tedeschi sta mostrando segni che porteranno a un allontanamento della Chiesa cattolica in Germania dalla Chiesa Una, Santa, Cattolica e Apostolica. Il Cammino sinodale ha promosso posizioni che sono contrarie all’insegnamento cattolico sul sacerdozio solo maschile, il matrimonio e la sessualità, tra le altre cose. Il clero tedesco all’inizio di questa settimana ha dimostrato un aperto dissenso all’insegnamento della Chiesa offrendo benedizioni pubbliche a coppie omosessuali in più di cento luoghi.

La settimana scorsa, il cardinale di Hong Kong Joseph Zen si è unito a due vescovi e a una dozzina di sacerdoti nell’appello a Papa Francesco affinché intervenga per impedire che la Chiesa cattolica in Germania entri in uno  “scisma”.

“Il cammino sinodale tedesco, iniziato nel 2019, è stato, negli ultimi due anni, terreno fertile per la pianificazione e la successiva omogeneizzazione di idee e teorie che sono palesemente contrarie al magistero immutabile e perenne della Santa Chiesa Cattolica, fondata dal Divino Salvatore sulla solida roccia degli Apostoli”, afferma l’appello.

“Preoccupati per questa triste situazione, noi Pastori della Chiesa Cattolica e fedeli laici impegnati nella difesa della Verità della Fede, chiediamo al Santo Padre di prendere le misure necessarie per porre fine a queste derive del Cammino Sinodale Tedesco e, se necessario, di applicare le appropriate sanzioni canoniche contro i promotori di questa tremenda deviazione sia dalla dottrina che dalla comunione con le Chiavi di Pietro”, aggiunge l’appello.

Il cardinale Rainer Woelki, arcivescovo di Colonia, ha avvertito nel 2019 che il Cammino sinodale potrebbe portare allo “scisma all’interno della Chiesa in Germania” fino a farla diventare una “Chiesa nazionale tedesca”.

 

 

Facebook Comments
image_pdfimage_print
1