Anche la Germania si unisce ai paesi nordici nello sconsigliare l’uso del vaccino Moderna per le persone sotto i 30 anni. Lo riporta NDTV.

 

 

Le autorità sanitarie tedesche mercoledì hanno sconsigliato l’uso del vaccino contro il coronavirus Moderna per le persone sotto i 30 anni a causa dell’evidenza di un piccolo rischio di infiammazione cardiaca.

La commissione per il vaccino Stiko ha citato studi che dimostrano che i vaccini di mRNA hanno portato in rari casi alle condizioni di miocardite (infiammazione del muscolo cardiaco) e pericardite (infiammazione del tessuto che circonda il cuore) nei pazienti più giovani, con una prevalenza leggermente maggiore in coloro che hanno ricevuto Moderna.

“Per le persone di età superiore ai 30 anni non c’è un rischio più elevato”, ha aggiunto.

Di conseguenza, lo Stiko ha aggiornato la sua guida al vaccino contro il coronavirus e “raccomanda che le persone sotto i 30 anni siano vaccinate solo con Comirnaty”, il vaccino BioNTech-Pfizer, un giorno dopo che la Francia ha emesso una guida simile.

L’avviso copre sia le vaccinazioni iniziali che i richiami, anche se il primo vaccino è stato Moderna, ha aggiunto.

Lo Stiko basa le sue raccomandazioni sui risultati dell’Istituto federale tedesco per i vaccini e le biomedicine, che raccoglie dati su effetti collaterali e complicanze.

 

 

Facebook Comments