Di seguito segnalo all’attenzione e alla riflessione dei lettori di questo blog l’articolo scritto dalla ricercatrice Jessica Rose, pubblicato sul suo Substack. Visitate il sito e valutate liberamente le varie opzioni offerte e le eventuali richieste. Ecco l’articolo nella traduzione da me curata. 

 

 

È in circolazione un nuovo articolo che conferma ciò che molti di noi affermano da anni: l’acufene (gli acufeni sono dei rumori percepiti all’orecchio che vengono descritti come un ronzio, tintinnio, fischio, ndr) è causato dalla vaccinazione COVID-19. L’articolo è stato pubblicato su Frontiers in Pharmacology il 22 maggio 2024 ed è intitolato “COVID-19 vaccination-related tinnitus is associated with pre-vaccination metabolic disorders” (L’acufene correlato alla vaccinazione COVID-19 è associato a disturbi metabolici pre-vaccinazione).1 L’articolo dimostra un legame causale tra l’acufene e le iniezioni di COVID-19 utilizzando un’indagine su 398 casi di acufene correlato all’iniezione di COVID-19 e 699.839 segnalazioni correlate all’iniezione di COVID-19 nel VAERS dal 2021.

Sono stati rilevati 7 elementi principali:

1) la frequenza delle segnalazioni di acufeni per i vaccini Pfizer, Moderna e Janssen nel VAERS è di 47, 51 e 70 casi per milione di vaccinazioni complete;

2) l’insorgenza dei sintomi è stata spesso rapida;

3) l’acufene è stato segnalato da un numero maggiore di donne rispetto agli uomini e la differenza di sesso aumenta con l’età;

4) per i vaccini a 2 dosi, la frequenza dell’acufene era maggiore dopo la prima dose rispetto alla seconda;

5) per i vaccini a 2 dosi, la possibilità di peggiorare i sintomi dell’acufene dopo la seconda dose era di circa il 50%;

6) l’acufene era correlato ad altri sintomi neurologici e psichiatrici;

7) le sindromi metaboliche preesistenti erano correlate alla gravità dell’acufene segnalato.

Posso confermare e corroborare quasi tutti questi punti utilizzando solo i dati VAERS, e nella scienza la riproducibilità è ESSENZIALE. È sbalorditivo il numero (in percentuale) di studi sottoposti a revisione paritaria che non possono essere replicati.

  1. Le frequenze di segnalazione dell’acufene per i vaccini Pfizer, Moderna e Janssen in VAERS sono 47, 51 e 70 casi per milione di vaccinazioni complete. NB: questi tassi si riferiscono a 2 dosi.

 

 

Il numero di segnalazioni per Pfizer, Moderna e Janssen sono 24, 28 e 73 per dose somministrata. Per quanto riguarda l'”iniezione completa”, o 2 dosi, i tassi sono 47, 57, 73,2

     2. l’insorgenza dei sintomi è stata spesso rapida

In effetti è così. Il 28% di tutte le segnalazioni sono state presentate immediatamente e il 58% di tutte le segnalazioni di acufeni sono state presentate entro 48 ore.

     3. più donne che uomini hanno segnalato l’acufene e la differenza di sesso è aumentata con l’età

In effetti. Il 59% delle segnalazioni di acufeni sono state presentate da donne e il rapporto tra donne e uomini che hanno segnalato l’acufene a VAERS aumenta per le donne di età pari o superiore a 50 anni.

 

 

Oppure tracciati con barre affiancate senza i rapporti.

 

 

     4. per i vaccini a 2 dosi, la frequenza dell’acufene era maggiore dopo la prima dose rispetto alla seconda.

In effetti. Il numero di segnalazioni di acufeni è stato più alto dopo la prima dose: 6.415 segnalazioni sono state presentate dopo la dose 1 e 3.921 segnalazioni dopo la dose 2.

     5. per i vaccini a 2 dosi, la possibilità di peggiorare i sintomi dell’acufene dopo la seconda dose era di circa il 50%.

Questa metrica è stata determinata utilizzando un sondaggio tra le persone della piattaforma di social media Facebook. Non posso corroborare sufficientemente questa idea utilizzando i dati VAERS, ma posso cercare la parola “peggioramento” nella colonna SYMPTOM_TEXT. Questa query all’interno del dataframe Tinnitus produce 1.263 segnalazioni. Ecco alcuni esempi di ciò che le persone dicono usando la parola “peggiore” nel contesto di acufeni/vaccino di COVID, e noterete che ci sono segnalazioni di peggioramento dell’acufene dopo la seconda dose:

Acufene, peggiore nell’orecchio sinistro. (ID: 917022)

Ho un acufene costante da circa un giorno dopo aver ricevuto la prima dose del vaccino Covid-19. È peggiorato durante il fine settimana di Capodanno. (ID: 917770)

Entro 4 ore dal ricevimento della seconda dose di vaccino Moderna Covid 19, il paziente ha iniziato ad avvertire un acufene b/l. Da allora, a distanza di 6 giorni, i sintomi non sono cambiati, leggermente peggiorati nell’orecchio destro. (ID: 970872)

Ho un acufene e ho notato che entrambe le iniezioni lo hanno peggiorato. (ID: 973457)

Entro 4 ore dalla ricezione della seconda dose di vaccino MOderna Covid 19, il paziente ha iniziato a manifestare acufeni. (ID: 970872)

Peggioramento bilaterale dell’acufene e della pienezza uditiva a partire da 2 giorni dopo il vaccino, in modo lieve per alcuni giorni dopo la prima dose di vaccino, poi più intenso dopo la seconda dose. (ID: 981756)

     6. L’acufene era correlato ad altri sintomi neurologici e psichiatrici.

In effetti. Il 99,8% delle persone che hanno riportato l’acufene come effetti collaterali aveva un effetto secondario neurologico. Viceversa, il 4,9% delle persone che hanno riferito un disturbo neurologico come effetto collaterale ha riferito l’acufene come un disturbo collaterale. I 10 principali tipi di effetti collaterali riportati nella colonna SYMPTOM1 per il dataframe Tinnitus sono i seguenti:

Vertigini 680 Artralgia 442 Brividi 425 Cefalea 310 Sordità 307 Disturbi alle orecchie 299 Astenia 264 Stanchezza 198 Ansia 194 Sordità unilaterale 158

 

 

     7. le sindromi metaboliche preesistenti erano correlate alla gravità dell’acufene segnalato.

Quest’ultimo punto sarebbe molto difficile da realizzare utilizzando i dati VAERS, quindi non ci proverò.

Che strano modo di concludere questo articolo, eh?

Buona giornata!

 

Fonti:

[1] Wang Weihua , Yellamsetty Anusha , Edmonds Robert M. , Barcavage Shaun R. , Bao Shaowen. L’acufene legato alla vaccinazione COVID-19 è associato a disturbi metabolici precedenti alla vaccinazione. Frontiere della Farmacologia. VOLUME=15. YEAR=2024. https://www.frontiersin.org/journals/pharmacology/articles/10.3389/fphar.2024.1374320. DOI=10.3389/fphar.2024.1374320

[2] Questo presuppone che il numero di persone che hanno ricevuto 2 dosi sia circa la metà del numero di persone che hanno ricevuto 1 dose.

 


Le opinioni espresse in questo articolo sono dell’autore e non riflettono necessariamente quelle del responsabile di questo blog. I contributi pubblicati su questo blog, ritenuti degni di rilievo, hanno il solo ed unico scopo di far riflettere, di alimentare il dibattito e di approfondire la realtà. Qualora gli autori degli articoli che vengono qui rilanciati non avessero piacere della pubblicazione, non hanno che da segnalarmelo. Gli articoli verranno immediatamente cancellati.


 

Sostieni il Blog di Sabino Paciolla

 






 

 

Facebook Comments