Anche l’Olanda si aggiunge a questo triste coro. Ecco un articolo della AFP nella mia traduzione.

 

Foto: chiesa in Olanda

Foto: chiesa in Olanda

Più della metà degli alti prelati olandesi sono stati coinvolti nella copertura delle violenze sessuali sui bambini tra il 1945 e il 2010, secondo un comunicato stampa di sabato, sommergendo ulteriormente la Chiesa cattolica in uno scandalo globale di abusi.

Nel corso di 65 anni, 20 dei 39 cardinali, vescovi olandesi e i loro ausiliari hanno “coperto gli abusi sessuali, permettendo agli autori di causare molte più vittime”, ha riferito il quotidiano NRC.

“Quattro bambini maltrattati e altri 16 hanno permesso il trasferimento di sacerdoti pedofili che avrebbero potuto causare nuove vittime in altre parrocchie”, ha aggiunto il giornale olandese.

La portavoce della Chiesa Daphne van Roosendaal ha detto all’AFP che la chiesa potrebbe “confermare una parte” del rapporto.

Altri elementi si basano su informazioni anonime fornite da un’unità di assistenza alle vittime istituita dalla chiesa.

“I nomi di diversi vescovi corrispondono a quelli citati in un rapporto commissionato dalla Chiesa nel 2010”, ha detto la portavoce.

La maggior parte dei chierici accusati sono morti da allora, e il termine di prescrizione è scaduto in tutti i casi, ha aggiunto.  Quelli ancora vivi hanno rifiutato di commentare, ha detto NRC.

Nel frattempo in Francia, un sacerdote è stato accusato di aver abusato sessualmente di quattro fratelli, ora di età compresa tra i tre e i 17 anni, ha detto il suo avvocato sabato.

La famiglia ha presentato la denuncia contro il sacerdote 64enne, la cui parrocchia si trova nella regione centrale del Cantal. Tutti e quattro i ragazzi sono stati chiamati a far parte del coro della chiesa.

L’avvocato, Komine Bocoum, non ha detto quando i presunti reati sono stati commessi.

Il vescovo locale Bruno Grua ha detto che sabato la sua diocesi è stata “sconvolta da questi atti indicibili”.

Sono le ultime di una sfilza di accuse di aggressione contro la Chiesa cattolica in diversi continenti.

Persone in Australia, Europa, Nord e Sud America hanno accusato di abusi sessuali da parte di ecclesiastici e laici, in quello che l’Arcivescovo tedesco Georg Gaenswein (il segretario particolare del papa emerito Benedetto XVI, ndr) ha definito “il “proprio 11 settembre” della Chiesa.

In agosto, Papa Francesco ha rifiutato di commentare un’affermazione secondo cui avrebbe ignorato le accuse di abusi sessuali contro un ecclesiastico di alto livello negli Stati Uniti (cioè McCarrick, ndr).

Mercoledì scorso, la Chiesa cattolica tedesca ha detto che è “costernata e piena di vergogna” per i decenni di abusi sessuali su minori da parte dei sacerdoti.

 

Fonte: Agence France Presse

Facebook Comments